Intervista: Veronica Fedolfi

1- La sua squadra del cuore?
Sempre tifato Milan, da quando sono piccola. Mi ha trasmesso la passione mio papà, super tifoso!

2- Quali sono le sue passioni?
Il mio lavoro è sempre stata la mia passione, lavoro da anni come modella ed è quello che mi è sempre piaciuto fare, anche se tanti non se lo immaginano ogni tanto è davvero stancante. Un’altra passione che ho è viaggiare: amo scoprire ogni angolo del mondo e le sue culture. Sono di base molto curiosa e spero di poter visitare più posti possibili. Per ultima ma non per importanza è la passione per il cibo: mi piace magiare e assaggiare cose nuove e fidatevi… meglio regalarmi un vestito che portarmi fuori a cena 😂

3- Frequenta spesso lo stadio?

Lo stadio l’ho frequentato per tre anni costantemente perché il mio ex ragazzo è calciatore. Amavo andare allo stadio, mi piaceva seguire la partita.. mi trasformavo in una vera ultrà! Adesso è capitato che andassi a vedere qualche partita, ma non con lo stesso entusiasmo di prima sinceramente.

4- Come nasce la sua passione per il calcio?
La passione per il calcio vera e propria inizia appunto quando mi sono fidanzata con Lorenzo, il mio ex, che giocava nel campionato di serie b. Seguendo lui, ho iniziato a capire tutte le regole di questo sport, seguivo interessata tutte le partite e i vari calcio mercato.

5- Progetti futuri?
Ho progetti e obiettivi. Quelli più ambiziosi li voglio tenere per me per scaramanzia ma tra le altre cose in programma c’è un master in marketing.

6- Single?
Si sono single da un anno. Da sola sto bene, non mi manca niente.. infatti la persona che sarà in futuro al mio fianco non ci sarà perché io ne avrò bisogno ma ci sarà perché troverò in lui una persona che mi completerà, che sarà mio complice in tutto e che mi potrà solo che migliorare.

7- Come nasce la sua passione per la moda?
Sin da quando ero piccola! Da bambina ero molto vanitosa, in casa provavo i vestiti di mia mamma e improvvisavo sfilate. Quindi la passione per la moda posso dirla di averla sempre avuta!

8- Ci parli della sua esperienza a Miss Toscana
Mi sono iscritta a Miss Italia l’ultimo giorno che mi potevo iscrivere, a fine luglio 2014. Avevo finito gli esami all’università e avevo voglia di dedicare del tempo a me stessa. Il mio obiettivo nonché soddisfazione più grande sarebbe stato quello di vincere la faccia più ambita in regione, quella di Miss Toscana, che mi avrebbe permesso di accedere alle prefinali nazionali di Miss Italia. Quando siamo rimaste solo due su quel palco è stato un patimento aspettare il verdetto finale, mi sembra di essere stata lì sopra un’eternità. Quando i conduttori hanno urlato il mio numero non ci credevo, ero un mix tra felicissima e commossa, non ci capivo niente! Rappresentare la mia regione alla finale di Miss Italia e classificarmi tredicesima nazionale è stato motivo di grande orgoglio. Sono emozioni che non dimenticherò mai.

9- Si definisca in 3 aggettivi
Forte, ottimista e determinata.

10- Come si vede tra 5 anni?
Tra cinque anni mi auguro di essere una donna felice e soddisfatta, col suo lavoro e la sua famiglia.

11- Il paragone con Chiara Ferragni le fa piacere?
Certo che mi fa piacere, lei è la numero uno.